Idratazione bambini: cosa fare quando arriva il caldo

Idratazione bambini: cosa fare quando arriva la bella stagione.

Oltre alla voglia di stare all’aria aperta, il caldo e le belle stagioni portano con sé il bisogno di idratare il corpo.

Ecco qualche consiglio per migliorare l’idratazione nei bambini: buone abitudini che se imparate da piccoli faranno crescere i nostri bambini forti, sani e ben idratati.
La primavera porta con sé le belle stagioni e la voglia di stare all’aria aperta, ma passare molto tempo sotto il sole aumenta il bisogno di idratazione, soprattutto nei bambini. Ecco qualche buon consiglio da seguire per idratare i bambini, non solo durante i mesi estivi.

Facciamo un gioco? Beviamo!

I bambini sono più soggetti a disidratazione per tre motivi:

  • La superficie del loro corpo rapportata al volume è maggiore, per questo hanno una maggiore a disidratazione fisiologica, poiché l’acqua evapora più facilmente attraverso la pelle.
  • Hanno un metabolismo accelerato, caratteristica per cui bruciano calorie più in fretta e hanno bisogno di maggior apporto d’acqua per mantenersi in salute.
  • Hanno uno stimolo della sete tardivo, che si manifesta quando ormai il processo di disidratazione è iniziato.

Per mantenere i bambini idratati, quindi, bisogna convincerli a bere acqua più volte durante la giornata, anche quando non sentono il bisogno di bere. Il miglior modo per fargli acquisire questa buona abitudine senza forzarli è quello del gioco, dove bere diventa un divertimento oltre che un bisogno fisiologico.

Bicchieri colorati, gare a chi finisce per primo un bicchiere d’acqua, brindare insieme e poi bersi un po’ d’acqua sono tutti stratagemmi che faranno bere i bambini in modo divertente, eviteranno la disidratazione, e gli trasmetteranno l’importanza di bere tanta acqua ogni giorno, senza doverlo ripetere allo sfinimento.

Idratazione bambini: cosa fare quando arriva la bella stagione.

Quanta acqua devono bere i bambini?

Il bisogno di idratazione riguarda tutti noi, ma l’effettivo apporto di acqua che il nostro corpo dovrebbe assumere regolarmente varia in base all’età. Se un adulto ha bisogno di circa 2 litri/ 2 litri e mezzo d’acqua al giorno, nei bambini in età pre-scolare la quantità d’acqua consigliata si aggira su un litro/un litro e due –circa 8 bicchieri – mentre nei ragazzi delle scuole elementari/medie arriva a un litro e mezzo.

Questi valori sono indicativi e possono facilmente aumentare con l’incremento della temperatura esterna, cioè il caldo, ma anche della temperatura interna, perché gli stati febbrili aumentano la disidratazione, nonché dell’attività fisica, dopo la quale, oltre all’acqua, il bambino ha bisogno di integrare anche sali minerali.

blank

Quale acqua dovrebbe bere un bambino?

Un bambino dovrebbe bere un’acqua povera di sodio e ricca di altri sali minerali. Laura Rossi, del centro di ricerca per gli alimenti e nutrizione, ci tiene però a precisare che tutte le acque in commercio sono povere di sodio. Inoltre, è importante che i bambini bevano acqua ricca di calcio, fondamentale per la loro crescita ossea e per niente causa di calcoli renali. Anche l’acqua del rubinetto, dunque, una volta pulita dalle impurità e dalle sostanze inquinanti con sistemi domestici come il Fresh Power, può diventare l’acqua perfetta per il tuo bambino. Dandoti la possibilità di avere acqua fredda e/o gassata, con Fresh Power potrai anche trasformare l’acqua del rubinetto nella bevanda preferita dai più piccoli, da bere ogni giorno volentieri e con gusto!

I bambini devono bere almeno 8 bicchieri d’acqua al giorno.