Guida all’idratazione: i benefici dell’acqua

idratazione

L’idratazione è un elemento centrale della vita di ogni individuo, è bene gestirla al meglio e con criteri specifici.

Perché è così importante idratare il proprio corpo?La risposta viene dalla scienza, che suggerisce non solo i motivi per i quali è necessario bere acqua, ma anche le quantità consigliate.

In merito alla tipologia di acqua da introdurre all’interno del proprio organismo, invece, la comunità scientifica non ha raggiunto un punto d’accordo, ma di una cosa si è certi: l’acqua deve essere sicura.

Acqua e calorie

Spesso si legge che bisogna bere almeno due litri d’acqua al giorno. Si tratta di un’affermazione generalmente vera, ma un po’ imprecisa. I LARN, ovvero i Livelli di assunzione di riferimento di nutrienti ed energia redatti dalla Società Italiana di Nutrizione Umana suggeriscono che la situazione ideale prevede l’introduzione di un grammo di acqua (equivalente a 1 mL) per ogni chilocaloria introdotta. Ovviamente, se si supera questo livello non è un problema, mentre è caldamente sconsigliato scendere al di sotto.
Perché, però, l’acqua è così importante? Questo liquido che dà letteralmente la vita assolve alcune funzioni essenziali. Da un punto di vista metabolico, innanzitutto, favorisce la digestione e il transito intestinale: con l’acqua, ad esempio, si riescono a distribuire omogeneamente i succhi gastrici su tutto il prodotto alimentare, favorendone la corretta digestione; inoltre, questo liquido permette agli alimenti digeriti di transitare fino al colon, regolarizzando la frequenza di evacuazione. Questi, però, sono solo alcuni esempi, poiché anche da un punto di vista chimico l’acqua ricopre innumerevoli ruoli.

Termoregolazione e idratazione cutanea

Gran parte dell’acqua che viene immessa all’interno dell’organismo deve essere letteralmente espulsa. Come si può facilmente immaginare, vi sono diversi metodi che il sistema biologico adotta per allontanare l’acqua, e uno di questi è ovviamente la sudorazione.
Notoriamente, tutti correlano la sudorazione a un aumento di calore, il che è corretto: durante le giornate estive o in prossimità di un allenamento sportivo, il sudore viene secreto più velocemente dalle ghiandole apposite. Ma perché con l’aumento di temperatura si suda?

Da un punto di vista fisico, l’acqua è un composto molto particolare: riesce a veicolare una grande quantità di calore, decisamente maggiore rispetto a tutti gli altri alimenti. Questa sua particolare caratteristica viene sfruttata dall’organismo: quando a seguito di un’attività motoria o nelle ore più calde della giornata la temperatura interna si innalza, l’acqua presente nell’organismo assorbe questo calore in eccesso e lo trasporta all’esterno (sotto forma di sudore), normalizzando i gradi corporei. E proprio per questo principio la sudorazione aumenta quando si ha la febbre o quando ci si trova in una qualsiasi altra condizione di produzione di calore interno.
Senza contare, poi, che l’acqua ha un importantissimo valore cosmetico: la sua presenza nei tessuti fa sì che questi appaiano turgidi e lucidi, proprio come la pelle di un bambino o di una persona giovane.

Se alcuni legami tra bellezza e acqua sono già noti, altri sono attualmente in via di studio, ma non si esclude che possano essere scoperte a breve nuove interazioni.

Qualità e sicurezza dell’acqua

In commercio e più in generale in natura esistono diverse qualità di acque, che si differenziano principalmente per la quantità e qualità di sali disciolti. In base a questo criterio è possibile distinguere acque oligominerali, acque minerali e altre categorie.
Nonostante in alcuni casi vi siano evidenze scientifiche che dimostrino correlazioni tra i sali disciolti e alcuni effetti sull’organismo, in generale non è possibile individuare un preciso legame.
Ciò che invece è certo è che l’acqua destinata al consumo casalingo deve essere sicura, quindi salubre. In questo senso, ci vengono in aiuto gli impianti di depurazione per acqua domestiche, con i quali possiamo ottenere un’acqua leggere e di grande qualità. La legge italiana prevede severi criteri per garantire la sicurezza delle acque – sia quelle di rete che imbottigliate – con parametri microbiologici che vengono controllati periodicamente. Addirittura, per chi non lo sapesse, sul sito internet dell’azienda che fornisce acqua alla rete idrica oppure sul portale dell’ASL è possibile consultare i risultati delle analisi più recenti effettuate sulle acque che giungono in casa propria attraverso l’acquedotto pubblico, per sottolineare ulteriormente l’importanza che riveste la qualità igienica dell’acqua per la salute pubblica.

blank

Nei prossimi articoli andremo ad approfondire l’idratazione in diversi ambiti, come ad esempio per quanto riguarda i bambini e come preparare Questo tipo di acqua è ideale anche per la preparazione di bevande detox.